Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Alendronato aumenta la densità minerale ossea nelle donne con diabete di tipo 2


L’Alendronato ( Fosamax ) aumenta la densità minerale ossea ( BMD, Body Mineral Density ) nelle donne in postmenopausa.

Non sono invece noti gli effetti del trattamento nelle donne con diabete di tipo 2.

I Ricercatori della Stanford University School of Medicine hanno studiato gli effetti , in termini di densità minerale ossea, del trattamento prolungato ( 3 anni ) con Alendronato nelle donne diabetiche.

Sono stati esaminati i dati ottenuti dal Fracture Intervention Trial, al quale hanno preso parte 6.458 donne di età compresa tra i 54 e gli 81 anni e con una BMD del collo del femore uguale o inferiore a 0.68g/cmq.

Le partecipanti erano state assegnate a ricevere placebo o 5mg/die di Alendronato per un periodo di 2 anni, seguiti da 10mg/die per il resto dello studio clinico.

La densità minerale ossea è stata misurata mediante DEXA ( dual-energy X-ray absorptiometry ).

Nelle donne con diabete ( n = 297 ) i 3 anni di terapia con Alendronato hanno comportato un aumento della BMD in tutte le parti prese in esame.
Un aumento del 6.6% è stato riscontrato a livello della regione lombare e del 2.4% a livello dell’anca.

Al contrario, le donne trattate con placebo hanno presentato una diminuzione della densità minerale ossea in tutte le aree considerate, eccezion fatta per la regione lombare.

Il rapporto sicurezza/tollerabilità dell’Alendronato è risultato simile al placebo, ad esclusione del dolore addominale che si è manifestato con maggiore incidenza nel gruppo trattato farmacologicamente.

Sulla base di queste evidenze i Ricercatori hanno concluso che l’Alendronato aumenta la densità minerale ossea rispetto al placebo nelle donne con diabete di tipo 2.
Questo trattamento è risultato ben tollerato come terapia per l’osteoporosi.

L’incremento nella densità minerale ossea, dopo trattamneto con Alendronato, è stato simile nelle donne con diabete ed in quelle senza diabete.( Xagena2004 )

Keegan T H M et al, Diabetes Care 2004; 27: 1547-1553


Endo2004 Farma2004


Indietro