Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Alendronato più efficace di Alfacalcidolo nella osteoporosi indotta da glucocorticoidi


Il trattamento con glucocorticoidi è associato a perdita ossea subito dopo l’inizio della terapia e ad un aumento del rischio di fratture.

I Ricercatori dello studio STOP hanno valutato l’effetto dell’Alendronato ( Fosamax ) e dell’Alfacalcidolo ( Diseon ) nei pazienti con malattia reumatica che stanno per iniziare un trattamento con glucocorticoidi al dosaggio giornaliero equivalente a 7,5mg di Prednisone.

Un totale di 201 pazienti sono stati assegnati a ricevere giornalmente Alendronato ( 10mg ) e una capsula placebo di Alfacalcidolo, oppure Alfacalcidolo ( 1microg ) e una compressa placebo di Alendronato.

L’end point primario era rappresentato dal cambiamento nella densità minerale ossea della colonna del tratto lombare nell’arco di 18 mesi, mentre l’end point secondario consisteva nell’incidenza delle deformità vertebrali morfometriche.

Un totale di 100 pazienti ha ricevuto Alendronato e 101 hanno ricevuto Alfacalcidolo; 163 pazienti hanno completato lo studio.

La densità minerale ossea del tratto lombare della colonna è aumentata del 2.1% nel gruppo Alendronato e si è ridotta dell’1.9% nel gruppo Alfacalcidolo.

A 18 mesi, la differenza media di cambiamento della densità minerale ossea tra i 2 gruppi è stata del 4%.

Tre pazienti nel gruppo Alendronato hanno presentato nuova deformità vertebrale, contro gli 8 pazienti nel gruppo Alfacalcidolo ( di cui 3 avevano fratture vertebrali sintomatiche ) ( hazard ratio = 0.4 ).

Lo studio ha mostrato che l’Alendronato era più efficace nella prevenzione della perdita ossea indotta da glucocorticoidi rispetto all’Alfacalcidolo. ( Xagena2006 )

de Nijs RNJ et al, N Engl J Med 2006; 355: 675-684


Endo2006 Reuma2006 Farma2006





Indietro