Xagena Mappa
Medical Meeting
XagenaNewsletter
Gastrobase.it

Effetti comparativi di Teriparatide e Risedronato nella osteoporosi indotta da glucocorticoidi negli uomini


I dati sul trattamento della osteoporosi indotta dai glucocorticoidi negli uomini sono scarsi.

È stato effettuato uno studio randomizzato, in aperto ( EuroGIOPs ), in uomini che avevano assunto glucocorticoidi per 3 o più mesi, e avevano un T-score di densità minerale ossea areale ( aBMD ) minore o uguale a -1.5 deviazioni standard.

I soggetti hanno ricevuto 20 microg/die di Teriparatide ( Forsteo ) ( n=45 ) o 35 mg/settimana di Risedronato ( Actonel ) ( n=47 ) per 18 mesi.

Obiettivo primario è stato quello di confrontare la densità minerale ossea della colonna lombare ( L1-L3 ), misurata con tomografia computerizzata quantitativa ( QCT ).
Gli esiti secondari hanno incluso la densità minerale ossea e la microstruttura misurate con QCT ad alta risoluzione ( HRQCT ) a livello della 12ª vertebra toracica, gli effetti biomeccanici per la compressione assiale, la flessione anteriore e la torsione assiale valutati mediante analisi a elementi finiti ( FE ) da dati di HRQCT, aBMD mediante assorbimetria a raggi X a doppia energia, marker biochimici, e la sicurezza.

Sono state eseguite scansioni di tomografia computerizzata a 0, 6 e 18 mesi, e analisi di misure ripetute a modello misto per confrontare i cambiamenti dal basale tra i gruppi.

L'età media era di 56.3 anni. La dose e la durata media di somministrazione di glucocorticoidi sono state, rispettivamente, di 8.8 mg/die e 6.4 anni.

Il 39.1% dei soggetti aveva avuto una frattura prevalente, e il 32.6% aveva ricevuto un precedente trattamento con bifosfonati.

A 18 mesi, la densità minerale ossea trabecolare era notevolmente aumentata per entrambi i trattamenti, con un aumento significativamente maggiore con Teriparatide ( 16.3% vs 3.8%, P=0.004 ).

Le variabili trabecolare e corticale di HRQCT erano significativamente aumentate per entrambi i trattamenti con miglioramenti significativamente maggiori per Teriparatide per densità minerale ossea integrante e trabecolare e per il rapporto superficie ossea/volume ( BS/TV ) come misura microstrutturale.

Aumenti della forza vertebrale a 18 mesi sono stati significativi in entrambi i gruppi ( Teriparatide: 26-34%; Risedronato: 4.2-6.7% ), con aumenti significativamente superiori nel gruppo Teriparatide per tutte le modalità di carico ( P compreso tra 0.005 e 0.015 ).

Gli eventi avversi sono risultati simili tra i gruppi.
Nessuno dei pazienti trattati con Teriparatide, ma 5 pazienti trattati con Risedronato ( 10.6% ) hanno sviluppato nuove fratture cliniche ( P=0.056 ).

In conclusione, in questo studio di 18 mesi in uomini con osteoporosi indotta da glucocorticoidi, Teriparatide ha mostrato grandi miglioramenti nella densità minerale ossea della colonna vertebrale, microstruttura, e forza FE-derivata rispetto a Risedronato. ( Xagena2013 )

Glüer CC et al, J Bone Miner Res 2013; Epub ahead of print


Endo2013 Farma2013


Indietro