Xagena Mappa
Medical Meeting
Reumabase.it
Gastrobase.it

Interazione tra sistema scheletrico e sistema immunitario nel cancro


I sistemi scheletrico e immunitario hanno un rapporto complesso. Entrambi i sistemi sono intimamente associati, con la osteoclastogenesi e la ematopoiesi che si verificano nel midollo osseo. Le cellule ossee e immunitarie condividono anche precursori emopoietici comuni.

Inoltre, i sistemi scheletrico e immunitario condividono diverse citochine, recettori, e fattori di trascrizione che regolano le vie di trasduzione del segnale coinvolte nella osteoclastogenesi e nell'attivazione del sistema immunitario, inclusa la via RANKL-RANK-OPG ( attivatore recettore del ligando del fattore nucleare κΒ / attivatore recettore del fattore nucleare κΒ / osteoprotegerina ).

Le cellule tumorali possono alterare sia il sistema scheletrico sia il sistema immunitario.
L’interazione tra cancro e cellule ossee risulta in un circolo vizioso di distruzione ossea e crescita del tumore.
Il rimodellamento osseo genera un ambiente ricco di fattore di crescita che attrae le cellule tumorali e promuove la loro proliferazione.
A loro volta, le cellule tumorali stimolano la formazione e l'attività degli osteoclasti, con conseguente ulteriore riassorbimento osseo che stimola una ulteriore crescita delle cellule tumorali.

Le terapie mirate all’osso attualmente disponibili possono anche modulare il sistema immunitario.
I bifosfonati come l’Acido Zoledronico esercitano effetti stimolanti sul sistema immunitario, con una conseguente possibile attività antitumorale contro le cellule maligne.

Denosumab, un anticorpo monoclonale anti-RANKL con provata attività antiosteoclastica, può sopprimere le risposte immunitarie. Ciò può comportare l'associazione descritta con un rischio aumentato di neoplasie, così come altre gravi infezioni della pelle e di altro tipo come riportato in alcuni studi, soprattutto in ambito postmenopausale.

Nel valutare le terapie mirate all’osso, è importante considerare i percorsi di segnalazione condivisi tra sistema osseo e sistema immunitario, così come il rischio clinico in rapporto al beneficio. ( Xagena2011 )

Terpos E et al, Cancer Immunol Immunother 2011; 60: 3: 305-317

Endo2011 Onco2011 Farma2011


Indietro