Xagena Mappa
Medical Meeting
Mediexplorer.it
Gastrobase.it

La vitamina D inibisce la produzione della proteina c-Fos


Il rischio di fratture ossee provocate da una caduta aumenta con l’età a causa della perdita ossea e dell’osteoporosi.

Per ritardare la perdita ossea viene prescritta la vitamina D e farmaci correlati con la vitamina D.

Uno studio, compiuto da Ricercatori del National Center for Geriatrics and Gerontology in Giappone, ha cercato di chiarire quali siano i target specifici della vitamina D.

Sono stati esaminati topi affetti da grave osteoporosi.
Il trattamento con vitamina D per os è in grado di inibire la produzione della proteina c-Fos.
Poiché c-Fos svolge un ruolo chiave nello sviluppo degli osteoclasti, la somministrazione di vitamina D previene la perdita ossea.

I Ricercatori, inoltre, hanno compiuto esperimenti su topi a cui sono state rimosse le ovaie.
Questo rappresenta un modello di osteoporosi più vicino a quello che accade negli esseri umani.

La ricerca ha mostrato che una nuova sostanza, correlata alla vitamina D, DD281, potrebbe prevenire la perdita ossea in questi topi in modo più efficace rispetto alla vitamina D naturale. ( Xagena2006 )

Fonte: Journal of Clinical Investigation, 2006


Endo2006 Farma2006


Indietro