Xagena Mappa
Medical Meeting
XagenaNewsletter
Neurobase.it

Livelli lipidici: un link tra malattia cardiovascolare e osteoporosi ?


Le osservazioni epidemiologiche sono a sostegno di una positiva relazione tra malattie cardiovascolari ed osteoporosi, dove il colesterolo è stato indicato come un possibile link.
Tuttavia, sono pochi gli studi che hanno esaminato la relazione tra lipidi e densità minerale ossea, ma l’associazione rimane non ben definita.
Ricercatori della VU University di Amsterdam, in Olanda, hanno condotto uno studio cross-sezionale, basato sui dati del Longitudinal Aging Study Amsterdam.
Lo studio ha riguardato 620 uomini e 635 donne, di età compresa tra 65 e 88 anni.

Nessuna associazione è stata riscontrata tra colesterolo totale e densità ossea misurata mediante ultrasonografia quantitativa.

Gli uomini e le donne nel più alto quartile di colesterolo HDL avevano una più bassa densità ossea, rispetto agli uomini e alle donne nel più basso quartile.

E’ stata osservata anche una più forte associazione positiva tra rapporto trigliceridi / colesterolo HDL e densità ossea.

In conclusione, l’analisi ha mostrato che il profilo lipidico che è favorevole nella prevenzione della malattia cardiovascolare ( esempio, alti livelli di colesterolo HDL e basso rapporto trigliceridi / colesterolo HDL ), è sfavorevole per la densità ossea misurata all’ultrasonografia quantitativa.
Questi risultati hanno indicato che i livelli di colesterolo HDL non spiegano l’associazione tra osteoporosi e malattia cardiovascolare. ( Xagena2008 )

Buizert PJ et al, J Bone Miner Res 2008; Epub ahead of print


Endo2008 Cardio2008


Indietro